E anche i bus londinesi, rimasti tra i pochi ultimi ad accettare il pagamento del viaggio con monete consegnate direttamente al conducente, ora non prendono più contanti. Da oggi quindi, anche sui classici bus rossi double decker, si potrà viaggiare solo con abbonamenti, tessere e corse prepagate (Londra capitale dei miliardari).

Si modificano così le abitudini dei londinesi, un cambiamento che, secondo i responsabili di Transport of London (Tfl), consentirà di risparmiare 24 milioni di sterline all’anno. Per le emergenze’ e’ già stata trovata una soluzione: da circa un mese infatti, per i detentori di abbonamento o tessera prepagata, è stato attivato il programma ”ancora una corsa” che consente di effettuare un viaggio extra di bus in caso di credito insufficiente (scopri cosa vedere a Londra).

Ma a spaventare i londinesi è un altro cambiamento: nel 2015 è prevista la scomparsa della figura del bigliettaio presso le stazioni della metropolitana di Londra. Misura che ha già provocato un’ondata di proteste e scioperi per la consistente riduzione di personale che comporta (Sterlina più forte dell’Euro).