Continua l’iter presso la commissione Industria del Senato il decreto legge sulle liberalizzazioni promosso dal Governo Monti. Il presidente della Commissione Enzo Ghigo si è detto ieri fiducioso sull’andamento della discussione, che si sta svolgendo in un clima costruttivo e sereno, e che potrebbe portare alla formulazione di un maxiemendamento concordato in commissione per il successivo voto di fiducia. Ghigo ha previsto che il dibattito potrebbe concludersi la prossima settimana e quella successiva potrebbe approdare in aula. Successivamente il provvedimento passerà alla Camera.

I punti salienti della discussione

Il provvedimento nei giorni scorsi è stato sepolto da 2400 emendamenti ed ha visto l’accantonamento di alcuni nodi. Ghigo ha detto che si lavora sugli articoli fino al 30, accantonando però il 2 (tribunale delle imprese), il 9 (professioni) e l’11 (farmacie) e ha anche confermato che su alcuni temi è stata trovata una convergenza: dai taxisti a Snam-Eni, dalle RCauto alle assicurazioni vita per chi contrae un mutuo.

Il presidente della Commissione ha spiegato che il dibattito sugli altri temi è stato rinviato ”perché si è ritenuto che siano argomenti da approfondire per una soluzione, che però sarà trovata la settimana prossima”. Un incontro è anche in corso l’incontro tra i relatori Filippo Bubbico (Pd) e Simona Vicari con i rappresentanti del governo per verificare le convergenze e le limature da apportare.