C’è l’accordo” – dichiara il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, ai giornalisti che gli chiedono se i partiti della maggioranza hanno effettivamente raggiunto un’intesa sulla Legge di stabilità il cui varo da parte del Consiglio dei ministri è atteso nelle prossime ore.

Ma la sanità viene tagliata troppo oppure no? Il ministro agli Affari regionali, Graziano Delrio, assicura che “Stiamo lavorando alacremente, ma ancora non abbiamo trovato la quadra. Comunque i tagli saranno meno del previsto“. Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, è invece sul piede di guerra da diversi giorni e ancora dice che: “Ci sono margini di possibilità che sto studiando con il ministro Saccomanni, perchè anche lui ha detto che cercherà di fare un lavoro equo. Rischiamo problemi di salute pubblica se si pensa, ad esempio, di tagliare ancora soprattutto in regioni come Calabria o Campania“.

Si ha l’impressione che molto sia ancora in alto mare. E mancano poche ore alla scadenza del termine prescritto dalla legge entro il quale il Governo deve inviare il testo al Parlamento, cioè la mezzanotte del 15 ottobre, appunto.