Sui numeri alla base della Legge di Stabilità sappiamo tutto o quasi. Meno cose ci sono state dette su quale impatto potrà avere sulla nostra vita. Uno degli aspetti di cui poco si è parlato – ad esempio – e l’effetto che produrrà sulla Borsa di Milano. Secondo gli analisti  di Kepler Cheuvreux “La manovra è positiva per le società che hanno un’alta intensità di manodopera e negativa per le società dei giochi come Gtech“. E ancora “i vincitori sono le aziende con un peso elevato del costo del lavoro, come ad esempio le banche, i media, e alcuni operatori con una notevole intensità di attività in Italia. Uno di loro è Autogrill, per esempio, per cui stimiamo un beneficio di circa 7 milioni di euro, +10% dell’utile per azione 2015“.

Per quanto riguarda le banche, secondo le stime fatte da Banca Imi, si avvanteggerebbe soprattutto l’MPS (+11% sull’utile per azione 2015 e +7% sull’utile per azione dell’anno successivo), Banco Popolare (+11 e +6%) ed Ubi Banca (+9 e+7%). Le cose cambierebbero poco per Unicredit (+3 e +2%) e Mediobanca (+1% in entrambi i casi).

Bisogna poi considerare che per le videolotterie e le slot machine è stato previsto  un incremento dell’imposta unica (Preu) e una contestuale riduzione del pay-out -. cioè delle vincite – di 4 punti percentuali. Il Preu secondo le indiscrezioni passerebbe dal 13 al 17% per le slot machine e dal 5% al 9% per le videolotterie. D’altra parte il il pay out minimo scenderebbe dal 74% al 70% per le slot machine e dall’85% all’81% per le videolotterie. A seguito di questi conti ci dovrebbe essere un impatto negativo sui conti per circa 20-30 milioni per Gtech e di 5-7 milioni per Snai.

(Photo credit by Infophoto)