Matteo Renzi ospite nel salotto di Pomeriggio 5, oltre a farsi un selfie con la padrona di casa Barbara d’Urso ha annunciato l’intenzione di dare 80 euro al mese a tutte neo-mamme fino al compimento del terzo anno di età dei figli. L’unico limite che ha fissato è che la madre deve appartenere a un nucleo familiare con reddito lordo sotto i 90.000 euro.

Secondo il premier “dal prossimo anno con il mezzo miliardo di euro che abbiamo messo sulla famiglia metteremo un contributo di 80 euro alle neomamme per ogni figlio fino a tre anni di vita»davanti alle telecamere di Canale 5 ha fatto uno dei tanti annunci che hanno caratterizzato la sua carriera politica. propone di dare 80 euro al mese a tutte le neo-mamme finché i bambini non hanno compiuto i tre anni“.

Visto che ogni mamma dovrebbe ricevere 960 euro (ovvero 80 euro moltiplicati per 12 mesi) e che ancora oggi nascono in Italia circa 500.000 bambini, la misura dovrebbe valere solo per i nuovi nati nel 2015. Ovviamente se tale misura fosse prorogata per gli anni successivi bisognerebbe prevedere mezzo miliardo per i nuovi nati, più un altro miliardo per i bambini di due e tre anni. Questo sarebbe l’importo che si dovrebbe pagare il terzo anno ed ogni anno successivo.

Ovviamente se il premier volesse destinare questo bonus a tutte le mamme a cui è destinato l’annuncio, l’importo destinato a questo scopo sarebbe insufficiente. E se la misura avesse un effetto positivo sulla natalità, l’esborso negli anni successivi potrebbe rivelarsi ancora maggiore…

(Photo credit by Infophoto)