La Legge 104/92 prevede particolari agevolazioni per l’acquisto e il mantenimento dell’automobile qualora questa sia destinata all’utilizzo da parte del disabile o del familiare che lo ha a carico e lo assiste, che utilizzi il mezzo per accompagnarlo.

Tra le agevolazioni previste troviamo anche l’esenzione dal pagamento del bollo auto.

Il beneficio può essere fruito solo per veicoli di cilindrata fino a 2000 cc se con motore a benzina, o fino a 2800 cc se con motore diesel.

L’esenzione spetta per un solo veicolo, previa domanda da presentare all’ACI indicando la targa del veicolo, valida anche per gli anni successivi senza ulteriori adempimenti.

È possibile ottenere nuovamente l’agevolazione per un secondo veicolo solo se il primo, per il quale si è già beneficiato dell’agevolazione, viene venduto o cancellato dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

Il veicolo può essere intestato al disabile o al familiare che lo ha fiscalmente a carico.

Nel caso in cui dovessero venire meno le condizioni per aver diritto all’agevolazione ( se il veicolo viene venduto o radiato, se c’è un miglioramento patologico, il titolare del beneficio muore, etc.), spetta all’interessato (o agli eredi) darne tempestiva comunicazione all’ufficio competente che l’ha concessa, al fine di evitare il recupero dei tributi e l’irrogazione delle sanzioni.