La storia della Lega Nord e dei soldi stornati dal partito per curare gli affari della famiglia Bossi e non solo, non rappresentano soltanto un fatto di cronaca politica. Anche in questo caso, infatti, si può parlare a ragione di evasione fiscaleI soldi della Lega Nord sono stati usati per cose diverse rispetto alle comuni attività del partito. In ordine cronologico, l’ultima notizia riguarda una parte dei soldi usati per pagare l’affitto di un’abitazione a Roma a Calderoli che con l’avvento del governo tecnico è diventato ex ministro.

Oggi Calderoli fa parte del cosiddetto triumvirato della Lega Nord e per questo la sua espulsione dal partito sarà valutata con molta attenzione.

In generale si obietta alla Lega il fatto di avere gestito in modo illecito il denaro della base, non solo acquistando lingotti e diamanti. Per la cronaca, Belsito ha fatto inviare a via Bellerio lingotti e diamanti in suo possesso, su suggerimento dell’avvocato.

Sempre Belsito, oggi epurato dal partito, aveva individuato all’interno della Lega Nord i suoi possibili nemici e per questo aveva commissionato (non si sa con quali soldi) una serie di indagini a degli investigatori privati. Una di queste avrebbe dovuto portare alla redazione di un dossier per screditare Maroni.