Il leasing è un vero e proprio contratto di locazione finanziaria con cui la società di leasing cioè concedente, offre al proprio cliente la possibilità di utilizzare un bene mobile o immobile, strumentale alla propria professione, dietro il pagamento di un canone periodico.

Pur esistendo diversi tipi di contratto di leasing, ciascuno ha alcune caratteristiche comuni: la consistenza del primo canone e la possibilità di acquisto del bene alla scadenza del contratto sottoscritto.

Il primo canone che si paga è in genere di entità maggiore rispetto ai successivi pagamenti.

Una volta scaduto il contratto, chi ha sottoscritto il leasing detiene la facoltà di acquistare il bene stesso,con una specie di riscatto attraverso il pagamento di un prezzo appunto di riscatto.

Si possono individuare quattro tipologie di leasing: il leasing finanziario, il leasing operativo, il leasing back e il leasing azionario.

Il leasing finanziario è una delle versioni di leasing più tradizionali e complete è, molto probabilmente, la più utilizzata.

Viene definito”finanziario”, perché in questo caso il servizio si avvicina molto a un finanziamento finalizzato avente come oggetto beni a elevato grado di specializzazione.

Alla scadenza del contratto stipulato con la società di leasing, il sottoscrittore potrà decidere se riscattare il bene o restituirlo alla società.

In questo caso, ovviamente, la durata del contratto è legata a doppio filo alla natura del bene oggetto del leasing e alla sua vita produttiva.