E’ il 25 aprile ma le contrattazioni non si fermano. Le borse europee, nella giornata di oggi, hanno accelerato i redimenti. Piazza Affari ha fatto registrare un buon +3% grazie al rialzo dei titoli degli istituti di credito. 

Le banche veicolano ancora la borsa di Milano. Grazie alle performance di titoli come Unicredit e Intesa Sanpaolo, Piazza Affari a metà mattina vola verso il +3 per cento. Per effetto dell’inchiesta che coinvolge anche la procura svizzera, risulta debole il titolo di Finmeccanica.

Se andiamo a sbirciare nel listino di Francoforte, notiamo un ottimo andamento del titolo Apple, in seguito alla presentazione dei conti trimestrali.

Arriviamo così allo spread che in questi giorni aveva impensierito gli investitori. Stavolta diamo la notizia di un caldo del differenziale tra Btp decennali e Bund tedeschi, sotto la soglia dei 390 punti. Ieri lo spread italiano aveva chiuso a 397, oggi a metà mattina è già a 387 punti.

Si riprendono anche i differenziali di Spagna e Francia che si attestano rispettivamente a 400 e 124 punti.

Visto che lo spettro della crisi non è ancora stato allontanato, si capisce bene il leggero aumento dell’oro che fa registrare un +0,2% sui mercati asiatici. Il metallo prezioso è scambiato a 1.641 dollari l’oncia.

Per quanto riguarda le monete nazionali notiamo un indebolimento importante dello yen che ha favorito la chiusura in rialzo della Borsa di Tokyo.