(Finanza.com) Seduta in chiaroscuro per i principali listini del Vecchio continente, indeboliti nel finale di sessione dalla testimonianza al Congresso del governatore della Federal Reserve, Ben Bernanke, che non ha lasciato intravvedere tempi brevi per un nuovo allentamento quantitativo (QE3). I listini hanno così visto erodere i rialzi della prima parte di seduta per chiudere contrastati attorno alla parità. Il Cac40 francese ha chiuso in calo dello 0,09% a 3176 punti, il Ftse 100 britannico ha ceduto lo 0,59% a 5629 punti, mentre l’Aex di Amsterdam è arretrato dello 0,22% a 315,30 punti. Il Dax tedesco ha terminato invece in progresso dello 0,18% a 6577 punti, così come lo Smi di Zurigo, in rialzo dello 0,14% a 6204 punti. A livello settoriale i maggiori rialzi sono giunti dal comparto chimico e dall’oil&gas, mentre da tecnologici e risorse di base sono venute le principali note di debolezza.