Per approcciarsi ai lavori edili per la propria abitazione, bisogna valutare una serie di componenti e caratteristiche dell’azienda edile, prima di assegnargli i lavori. Questo sopratutto in tempo di crisi, quando la recessione porta sul mercato personaggi dalle dubbie capacità realizzative.

  • Selezionare l’azienda dopo aver valutato almeno tre preventivi. Attenzione però a non addentrarti nel tunnel dei dieci preventivi: anche 4 sono più che sufficienti.
  • Mai limitare la scelta solo al prezzo. La regola funziona sempre: poco pagare, poco pretendere! La qualità come sempre si paga. Vale la regola del più vantaggioso dal punto di vista economico; solitamente la scelta esatta sta nel mezzo. Ma leggi bene l’offerta, e seleziona l’offerta che ti soddisfa di più e che quindi paghi a pieno le tue esigenze.
  • Non farti abbindolare con lavori in aggiunta sul preventivo rispetto a quanto richiesto durante il sopralluogo. L’impresa seria ti proporrà eventuali migliorie o lavori in aggiunta già in sede di sopralluogo. Il bravo imprenditore edile riesce a guardare oltre il lavoro da te richiesto e all’occorrenza, sarà in grado di proporti delle migliorie, e non dei lavori in aggiunta con l’unico scopo di sfilarti qualche euro in più.
  • Valuta l’esperienza dell’impresa. E’ utile avere al proprio fianco una azienda già testata da un conoscente. In quanto la casa, l’appartamento, è uno degli spazi più intimi che si possano concepire. Quindi meglio assicurarsi sulla buona qualità dell’azienda a cui darai le chiavi di casa tua.
  • Informati prima di accettare l’offerta sui tempi di realizzazione. Una valutazione sommaria è sintomo di indecisione e poca capacità nella valutazione corretta dei lavori.