Qual’è il bilancio della cassa integrazione nei primi mesi del 2014? Secondo le elaborazioni della Cgil – che partono dalle rilevazioni Inps – nei primi cinque mesi dell’anno – quelli per cui abbiamo dei dati – siamo a poco meno di mezzo miliardo di ore di Cig. Sono coinvolti oltre mezzo milione di lavoratori – esattamente 570.000 – in cassa integrazione a zero ore.
In soldoni si tratta di una perdita, per i lavoratori coinvolti, di 1,8 miliardi di euro. Detto in altre parole si tratta di una perdita di 3.300 euro netti in busta paga.

Secondo il sindacato, siamo ad una media stabile che supera le 80 milioni di ore al mese. Si punta “punta per l’ennesima volta verso il miliardo di ore anno: seppur con qualche segnale positivo sul fronte produttivo, nel dettaglio della richiesta di cassa, specie con l’esplosione di quella straordinaria, emerge un quadro di crisi strutturale della crisi economica e produttiva. Il tutto a fronte di un drastico calo della deroga, segno che i finanziamenti stanziati stanno esaurendo la copertura“.

Nei primi cinque mesi dell’anno, sono state autorizzate 487.992.514 ore di cig per un -0,76% sullo stesso periodo dello scorso anno. La cassa integrazione ordinaria è in calo tra aprile e maggio dell1,52%, mentre quella straordinaria è a +32,70% su base mensile e a +27,56% su base annua. Per quella in deroga infine, siamo ad un -31,13% su base mensile. Per il Segretario Confederale Uil, Guglielmo Loy: “La strutturalità delle crisi aziendali è visibile dal +12,1% delle ore di straordinaria autorizzate rispetto ad aprile e del 31,4% rispetto al mese di maggio dello scorso anno“. Mentre non è realistica – sempre secondo il sindacato confederale -, la vistosa caduta delle ore richieste di cassa integrazione in deroga a maggio.


photo credit: Ian Sane via photopin cc