La crisi non accenna a finire, con qualche segnale di recupero. Come quello dell’Inps, che a giugno ha registrato una riduzione delle domande di disoccupazione. Il calo è del 3,3%, una percentuale che risulta dal confronto tra le domande di giugno 2014148.605 – e quelle dello stesso mese dell’anno precedente – 153.725.

In calo anche la cassa integrazione: a livello complessivo le ore autorizzate nel mese di luglio 2014 sono state 79,5 milioni, contro i 106,1 dello stesso mese del 2013 (per una diminuzione del 25%). Secondo l’Inps, i dati destagionalizzati parlano di una riduzione dell’8,6% tra giugno e luglio di quest’anno.

La riduzione complessiva è figlia di tendenze diverse: a luglio, le ore di cassa integrazione ordinaria autorizzate sono state 20,2 milioni, mentre un anno fa erano state 32,8 milioni (-38,3%). La variazione percentuale va dal -42,8% dell’industria al -24,0% dell’edilizia. Le ore di cassa integrazione straordinaria invece sono state pari a 50,4 milioni a luglio, che corrisponde ad un +18% rispetto all’anno precedente (allora ne erano state autorizzate 42,7 milioni di ore).

La carenza di finanziamenti impiomba la cassa integrazione in deroga, con le sue 8,9 milioni di ore autorizzate a luglio di quest’anno, mentre un anno fa le ore autorizzate erano state 30,6 milioni (per un -70,8%).


photo credit: billjacobus1 via photopin cc