Sono 6,3 milioni le persone in Italia che non hanno un lavoro.
E mentre occupazione, consumi e natalità continuano a calare, aumentano la distanza tra il Mezzogiorno e il resto del Paese, la disoccupazione giovanile e il numero di donne uniche percettrici di reddito in famiglia.
Il tutto aggravato, si legge nel ‘Rapporto annuale 2014 – La situazione del Paese’ pubblicato ieri dall’Istat (foto by InfoPhoto), da prospettive per nulla confortanti circa i prossimi due anni: il Pil tornerà a crescere dello 0,6% quest’anno e dell’1% nel prossimo ma, spiega l’istituto nazionale di statistica, le stime “sono soggette a rischi e incertezza, derivanti dall’andamento della domanda globale, dalle condizioni di accesso al credito e dagli effetti delle politiche economiche”.

Il numero dei senza lavoro, nel frattempo, è arrivato a quota 6,3 milioni, la somma dei 3 milioni e 113mila disoccupati e dei 3 milioni e 205mila italiani in cerca di un’occupazione rilevati dal Rapporto Istat 2014.
L’occupazione, nello specifico, dall’inizio della crisi ha segnato solo cali e lo scorso anno, scrive l’Istat, c’è stato quello più marcato: -478mila unità (-2,1% sul 2012, un anno già tragico per l’impennata del numero dei senza lavoro).
Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni), sempre nel 2013, ha toccato la quota record del 40% (+4,5% sul 2012).

Aumentano, inoltre, le famiglie (591mila, +34,5%) in cui è unicamente la donna ad avere un posto di lavoro, soprattutto tra le madri in coppia, e si allarga il divario con il Mezzogiorno: nel Sud Italia, evidenzia il rapporto, il tasso di occupazione scende al 42%, a fronte del 64,2% rilevato nelle regioni settentrionali e del 59,9% di quelle del Centro.
E mentre la speranza di vita sale a 79,6 anni per gli uomini e a 84,4 anni per le donne, nel Belpaese persistono bassissimi livelli di fecondità (nel 2012 1,42 figli per donna, contro una media Ue di 1,58): il trend di crescita della natalità partito nel 1995, specifica l’istituto di statistica italiano, viaggia in direzione opposta ormai dal 2008.