Scegliere gli accessori bagno giusti per il proprio bagno non è mai cosa facile: si cercano sempre punti di contatto per accostarli a qualche elemento già presente.

Il bagno è sempre più terreno di caccia per giovani designer. Trovano facile e semplice, i molti, progettare e realizzare nuovi accessori bagno.

E così spesso e volentieri ci ritroviamo davanti ad oggetti dalle forme accattivanti, ma dalla praticità quasi nulla. Come ad esempio il portasapone da doccia con la forma di un palmo di mano, che non riesce a contenere una saponetta se non consumata per quasi la sua metà, oppure un porta salviette a forma di corno d’alce che spesso crea dei fori nella salvietta stessa.

E così siamo costretti a ricadere alle vecchie e classiche forme, che non tradiscono mai e garantiscono quella praticità oggi perduta.

Certo in un momento di grande competizione, dove “azzeccare” una linea significa spesso aumentare del 30% il fatturato, ogni scelta è lecita.  Ma vorrei chiarire questo aspetto: non è solo la forma a dare la qualità di un prodotto, ma il mix della praticità con la forma.

Il bagno ricordo è un ambiente personale. Mai dimenticarlo: e quindi mai lasciarlo organizzare in totale autonomia da un progettista. Alla fine sarete voi a viverlo.

Photo credit: photopin