Dopo due giorni di riunioni, la Federal Reserve ha annunciato di aver confermato tanto i tassi di interesse,  che resteranno tra lo 0 e lo 0,25% fin quando la disoccupazione non scenderà al 6,5%, quanto il piano di acquisto asset da 85 miliardi di dollari mensili in mutui e titoli di debito. Il dato sul Pil Usa non ha quindi avuto effetti sulla politica dell’istituto guidato da Ben Bernanke.

La diagnosi del FOMC, braccio operativo della Fed, sull’economia degli Stati Uniti vede una congiuntura in “pausa a causa delle condizioni meteo e di fattori transitori”, quali probabilmente l’incertezza legata al fiscal cliff.

Secondo la banca centrale americana i rischi al ribasso sono legati anche al livello di disoccupazione, visto ancora troppo alto.