La disoccupazione non è una piaga esclusivamente italiana, visto che gli ultimi dati sul Regno Unito offrono un quadro inaspettato e in sé disarmante. Ecco i dettagli della statistica.Il dato ufficiale è che il 22 per cento dei ragazzi tra 16 e 24 anni è senza lavoro. Una percentuale che fa pensare agli scenari del mercato del lavoro degli anni ottanta. A parlare del problema è Il Times che dedica un articolo alla jobless generation.

In giovani sono infatti considerati una generazione di disoccupati. Fa riferimento alle stesse statistiche ma è più critico il Daily Mail, che parla addirittura di generazione perduta.

Sono circa 1 milione di ragazzi e se si fa riferimento all’ultimo trimestre del 2011  si scopre che il numero è salito: +67 mila ragazzi disoccupati. Il fatto è che nonostante la ricerca di un’occupazione sia forsennata, molti candidati non giungono al posto desiderato.

Sono riportate le storie di tanti giovani che inviano circa 30 curriculum alla settimana senza arrivare ad un punto o di persone che hanno contato ben 300 candidature senza alcuna risposta.

Il brutto è che in questo momento non sembra esserci un modo in cui il governo inglese possa in un certo senso aiutare questi ragazzi.