(Finanza.com) KV Pharmaceutical ha chiesto il “Chapter 11″. La richiesta di bancarotta da parte della casa farmaceutica statunitense segue una diatriba nata attorno al farmaco per le gravidanze a rischio Makena, accusato di essere venduto ad un prezzo eccessivo. Il farmaco non ha ottenuto l’esclusiva di vendita da parte della Food and Drug Administration, in presenza di un farmaco alternativo e meno costoso con lo stesso principio attivo del Makena. Le restrizioni sulla rimborsabilità del farmaco in alcuni Stati ostacola inoltre l’acquisto di Makena, impattando sul fatturato della casa farmaceutica. Infine, ad aggravare la situazione dell’azienda si aggiunge un mancato pagamento dovuto da KV Pharma alla società Hologic.