(Finanza.com) JC Penney ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con una perdita di 147 milioni di dollari, ovvero 47 centesimi ad azione, rispetto ai profitti di 14 milioni, ovvero 7 centesimi, registrati nell’analogo periodo del 2011. Escluse le poste non ricorrenti la perdita è stata di 37 centesimi di dollaro ad azione contro il passivo di 14 centesimi indicato dal consensus. I ricavi trimestrali del retailer Usa sono scesi del 22,6% a 3,02 miliardi (stime Bloomberg a 3,18 miliardi). Alla luce di questi risultati nel pre-market il titolo cede circa l’8% a 20,32 dollari.