(Finanza.com) L’Italia continua ad occupare le primissime posizioni nella graduatoria del factoring mondiale, che nel 2011 ha fatto registrare un vero e proprio boom. Lo confermano i dati diffusi oggi in occasione dell’assemblea di Assifact. Dopo la fortissima crescita del 2011, al 31 maggio 2012 il volume d’affari (turnover cumulativo) risulta di 65,057 miliardi di euro, con una ulteriore crescita del 3,57% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Il monte crediti in essere (outstanding) è di 48,40 miliardi di euro (+3,57%), mentre gli anticipi e corrispettivi pagati risultano in aumento del 6,25% a 36,64 miliardi. Il totale mondo ha superato i 2000 miliardi di euro (2.015,413), con un incremento del 22,28% rispetto al 2010. Il Consiglio di Assifact ha designato Massimo Ferraris alla presidenza dell’Associazione per il biennio 2012-2014.