(Finanza.com) Société Générale continua a prevedere un forte calo del Pil italiano sia nel 2012 che nel 2013 e una crescita piatta nel 2014. E’ quanto emerge da un report a firma James Nixon distribuito oggi dall’istituto transalpino. Per l’anno in corso il Pil dovrebbe diminuire del 2,3% e per il 2013 dell’1,4 per cento. L’economista di SG sottolinea inoltre il commento del Fondo Monetario Internazionale secondo cui il tasso di crescita potenziale di lungo termine del Paese si attesterà attorno allo 0,5%. Per questo motivo restano necessarie riforme strutturali per aumentare la competitività e le potenzialità di crescita del Paese .