Gli italiani, fino a qualche anno fa, erano tra i consumatori più scettici all’indirizzo degli acquisti online. Insomma vedere per comprare era un motto molto diffuso. Poi la convenienza degli acquisti in rete ha abbassato le difese degli internauti ed ora la condizione è cambiata. 

L’Italia, rispetto all’e-commerce e ai pagamenti online, è cambiata parecchio. Abbiamo lasciato il popolo italiano scettico rispetto all’e-shopping ed abbiamo ritrovato dei cittadini innamorati dei micropagamenti online. Almeno stando a quel che dice Hi-Media Payments.

Questa indagine ha dimostrato che per i pagamenti molto piccoli, per esempio anche 10 euro, gli italiani sono disposti a mettere da parte ogni reticenza e ricorrono alla carta di credito per i pagamenti telematici o via web. I consumatori italiani, in questa dinamica di acquisto e pagamento, sono secondi soltanto ai tedeschi.

E cosa comprano online gli italiani? Soprattutto musica e canzoni, che rappresentano il 42% degli acquisti online. A seguire comprano giochi via internet, nel 30 per cento dei casi e nel 33 per cento dei casi circa vanno alla ricerca di un ebook. Il 27% degli italiani è poi disposto a pagare piccole quote anche per fruire dei contenuti di attualità o dei contenuti informativi diffusi via web.

Gli strumenti di pagamento privilegiati, oltre alla carte di credito, sono le carte prepagate e i borsellini elettronici, scelti come strumenti dal 72% degli intervistati.