(Finanza.com) Recessione sia quest’anno che il prossimo. Le stime diffuse oggi dall’Istat vedono quest’anno il Pil contrarsi del 2,3%, mentre per il 2013, nonostante l’attenuazione degli impulsi sfavorevoli ed un moderato recupero dell’attività economica nel secondo semestre dell’anno, la variazione media annua è vista ancora leggermente negativa (-0,5%). In entrambi gli anni sostegno alla crescita è attesa dalla domanda estera netta, con un contributo rispettivamente pari a 2,8 e a 0,5 punti percentuali nei due anni considerati, mentre il contributo della domanda interna al netto delle scorte è previsto rimanere negativo sia nel 2012 (-3,6 punti percentuali) sia nel 2013 (-0,9 punti percentuali).