In decisa diminuzione il rapporto debito/Pil dell’Italia che nel terzo trimestre del 2011 è risultato quello che ha mostrato la maggiore contrazione in termini percentuali tra tutti i Paesi dell’area euro. Il rapporto debito/pil italiano che continua a essere il secondo maggiore dell’area euro dietro a quello greco.
I dati emersi dal rapporto Eurostat evidenziano un valore del debito pubblico pari al 119,6% alla fine del terzo trimestre 2011, facendo segnare (insieme a Malta considerando anche i Paesi appartenenti all’Unione Europea) la maggiore diminuzione rispetto ai livelli del precedente trimestre (-1,6%).
Il maggiore incremento, tra i Paesi dell’area euro, risulta quello della Grecia, con debito pubblico salito di 4,4 punti percentuali al 159,1% (+20,3% se si confronta con l’analogo trimestre del 2010). Forte incremento anche per il Portogallo con debito/pil salito del 3,6% rispetto al trimestre precedente e che si conferma il terzo maggiore debito pari al 110,1% del PIl (al terzo trimestre del 2010 risultava solo del 91,2%).

Raffrontando i dati con l’analogo trimestre del 2010, i maggiori incrementi riguardano i Paesi più colpiti dalla crisi del debito sovrano con il debito pubblico greco salito di 20,3 punti percentuali rispetto al Pil, quello portoghese del 18,9% e quello irlandese del 16,5%. Debito in calo solo per 6 dei 27 Paesi dell’Unione, in particolare lo stato più virtuoso risulta la Svezia con una diminuzione dell’1,6%, seguita da Lussemburgo (-1,4%) e Bulgaria (-0,9%).
Tra gli altri principali Paesi dell’eurozona, a fine settembre 2011 il debito della Francia risulta pari all’85,2% (dall’82% del III trimestre 2010), quello della Germania dell’81,8% (dal 75,7%) e quello spagnolo pari al 66% del Pil (da 58,7%). Il rapporto debito/pil italiano è cresciuto solo dello 0,5% (da 119,1% a 119,6%).

Debito/pil area euro si attesta all’87,4%

In generale il rapporto debito pubblico dei Paesi dell’area euro risulta in calo su base trimestrale. I dati Eurostat evidenziano un valore del debito pubblico pari all’87,4% del Pil alla fine del terzo trimestre 2011, in calo rispetto all’87,7% del secondo trimestre. Considerando l’intera area Ue a 27 Paesi il debito pubblico risulta pari all’82,2 per cento del Pil dall’81,7 precedente.

Si tratta della prima volta che l’Eurostat fornisce i dati trimestrali contenenti i dettagli del debito dei Paesi dell’Unione europea e della zona euro. Il 25 aprile è prevista la pubblicazione di quelli relativi al quarto trimestre 2011.