(Finanza.com) Dai dati Istat emerge come il saldo commerciale è positivo sia per i paesi extra Ue (+1,5 miliardi) sia per quelli Ue (+1,0 miliardi). A livello tendenziale il valore delle esportazioni risulta in crescita del 5,5%, frutto dell’incremento sia dei valori medi unitari (+3,8%) sia dei volumi (+1,7%). La riduzione tendenziale del valore delle importazioni (-7,1%) è determinata invece da una forte flessione dei volumi (-10%), mentre i valori medi unitari registrano un contenuto incremento (+3,2%). Nei primi sei mesi dell’anno si registra un crescita tendenziale delle esportazioni (+4,2%), mentre le importazioni si riducono (-5,8%). A livello congiunturale risultano in calo sia l’export che l’import. Rispetto al mese precedente si rileva una flessione per entrambi i flussi, più accentuata per l’import (-5,3%) rispetto all’export (-1,4%).