Non lo dico io ma gli analisti di Societé Generale: se pensate che in Europa finalmente si ritornerà alla crescita economica, il processo di concentrazione del settore dovrebbe influire positivamente sulle quotazione di Borsa dei titoli del settore immobiliare. Ecco quattro proposte:

1) Corio. Dopo i leader Unibail e Klépierre, questo titolo olandese ha in portafoglio il più grande shopping centre del settore. Ha un prezzo obiettivo di 42 euro contro una quotazione – al momento in cui scrivo – di circa 39 euro. Nel 2014, il suo dividend yeld (ovvero il rapporto tra il dividendo e il prezzo dell’azione) è del 5,7%. Il total return è del 18%.

2) Deusche Euroshop. Target price di 43 euro, che implica un total return del 18% e un rendimento della cedola del 3,5%. Il titolo rappresenta l’unica occasione per investire negli shopping center tedeschi. 

3) Hammerson. Target price di 680 pence contro una quotazione attuale di 575. Il total return atteso è del 22%, mentre il dividend yield è del 3,5%.

4) Beni stabili. Vista la sua esposizione all’Italia, e quindi al suo mercato immobiliare, il titolo viene scambiato con uno sconto del 29% sul nav. Ovviamente il miglioramento del quadro politico ed economico dovrebbe avere immediato effetto sulla sua quotazione.

LEGGI ANCHE
Investimento azionario: come reagire alle mosse di Draghi
Tecniche di investimento: comprare azioni per i dividendi e poi reinvestirli. Negli stessi titoli!
Investimento azionario e obbligazionario: un confronto tra ETF e fondi comuni d’investimento