Il 2014 potrebbe rappresentare un anno interessante per diversi istituti di credito europei, colpiti negli anni passati dalla crisi del debito che ha colpito il vecchio continente. Per altri invece possono ancora correre molti rischi. Gli analisti di Morgan Stanley ci rendono il lavoro più facile proponendo cinque titoli da comprare e 5 da vendere. Tra i titoli da comprare ci sono il gruppo olandese Ing, con prezzo obiettivo 11,4 euro. Negli ultimi 6 mesi è cresciuto del 16,2%, e nell’ultimo anno del 73,3%. Il rendimento atteso per l’anno in corso è nullo, mentre per il 2015 si parla di un 4,5%.

La Morgan Stanley è positiva anche su Intesa Sanpaolo: target price a 2,4 euro, e dividend yield del 3,1% per il 2014 e del 3,7% per l’anno successivo. Pollice alzato anche per Unicredit: target price 7,8 euro e dividend yield dell’1,5% per quest’anno e del 3,1% nel 2015. Promosse anche Lloyds Banking Group – prezzo obiettivo di 100 sterline, ovvero oltre 1/4 in più dei valori attuali – e Ubs - dividend yield del 2,8% nel 2014 e del 7,5% nel 2015.

Da evitare invece il gruppo finanziario inglese Aberdeen, la banca spagnola Popular (target price 3,8 euro), banca MPS (target price 0,2 euro. visto che che continuerà a risentire di una forte pressione sui margini reddituali), SHB (è la banca dei Paesi nordici meno apprezzata dagli analisti) e l’inglese Standard Chartered, per cui i rischi di ribasso sono superiori alle possibilità di crescita.

photo credit: kevin dooley via photopin cc