Che tipo di informazioni possono dare all’economia internazionale gli investimenti di un’ottuagenario? Forse pochi, ma quel che fa Warren Buffet è sicuramente un’iniezione di fiducia nel sistema dei media, che potrebbe avere dei risvolti positivi sul lungo periodo. 

Warren Buffet ha 81 anni suonati ma non ha certo perso la sua verve imprenditoriale e in questi mesi sta procedendo con l’acquisizione di una serie di testate locali, giornali tradizionali su carta che secondo Buffet possono ancora sperare in un futuro.

Lo scorso dicembre Buffet ha messo nel suo portafoglio di proprietà l’Omaha World Herald, un giornale molto piccolo della città di Omaha, ma nel frattempo aveva già messo le mani su altri sei quotidiano del Nebraska e del sud dell’Iowa.

In tutto Buffet ha messo sul piatto dei media tradizionali qualcosa come 200 milioni di dollari. Ma la lotta per accaparrarsi le testate locali americane non è ancora finita. Ecco cosa sta succedendo: BH Media Group acquisirà 63 testate tra quotidiani e settimanali della Media General. Resta fuori dall’affare soltanto quello che appartiene al Tampa group.

Le acquisizioni di Buffet sono mosse dalla consapevolezza del ruolo che i piccoli giornali svolgono nelle piccole comunità locali, in cui il senso d’appartenenza è molto alto ed è normale affidarsi per i servizi informativi a queste realtà giornalistiche.