(Finanza.com) Se ci fosse in ballo un piano di fusione tra Intesa Sanpaolo e Unicredit, l’ispiratore non sarebbe Giovanni Bazoli. Il presidente del Consiglio di sorveglianza di Ca’ de Sass ha infatti dichiarato di non aver alcun ruolo nell’ideazione di tali progetti “ammesso che esistano”, ha aggiunto. Il top manager si è infatti sentito costretto a dire la sua in scia alle insistenti indiscrezioni di stampa circolate nei giorni scorsi apparse per la prima vola sul Corriere della Sera circa un’eventuale futura fusione tra l’istituto di Piazza Cordusio e la banca Mi-To in ottica anti-scalata e su un suo presunto ruolo nell’ideare tale piano. Positivi entrambi i titoli sul Ftse Mib. Unicredit avanza dello 0,45% a quota 3,576 mentre Intesa Sanpaolo è scambiata a 1,263 euro in progresso dello 0,72%.