I precari della scuola, adesso, sono molti meno, visto che il Ministro dell’Istruzione Profumo ha firmato il decreto per l’assunzione di oltre 20.000 insegnanti. Una buona notizia che arriva poco prima di qualche settimana di stop, prima del rientro sui banchi di scuola. 

Il ministro Francesco Profumo ha messo la sua firma sul decreto che dispone la stabilizzazione degli insegnanti precari, mentre resta aperta la questione del personale ATA. Sarà data la precedenza ai docenti iscritti alle graduatorie in esaurimento. In tutto, il sistema docente italiano, dovrebbe essere rinfrescato con 21.112 ingressi.

Sono tanti gli insegnanti che dal prossimo anno scolastico potranno cimentarsi in modo più “stabile” con i ragazzi ma bisogna fare attenzione alle modalità d’inserimento. Come ricorda Profumo, per prima cosa si dovranno assegnare i posti disponibili e vacanti per un interno anno scolastico.

A questo punto inizieranno le assegnazioni provvisorie. E per capire chi finirà in cattedra sarà necessario attingere alle graduatorie dei concorsi per esami e titoli del 1999 e alle graduatorie ad esaurimento. Come fanno giustamente notare gli analisti, siccome l’anno scorso sono stati assunti già 35 mila professori, le vecchie graduatorie sono praticamente esaurite.

Il che vuol dire che questa ondata di nuove assunzioni premierà soprattutto gli insegnati precari che hanno scritto il loro nome nelle cosiddette graduatorie a esaurimento. Lì ci sono ancora circa 200 mila aspiranti professori in attesa di “buone notizie”.

A livello geografico la Regione con il maggior numero di nuovi insegnanti sarà la Lombardia.