La tecnologia come opportunità, come strumento positivo, utile all’educazione e alla crescita delle nuove generazioni. La tecnologia per sviluppare il talento e la creatività, per aiutare a superare le diversità di lingua, cultura e abilità e per facilitarne insegnamento e apprendimento

Queste sono le premesse e il il punto di partenza che ha portato alla realizzazione dell’iniziativa “BitBumBam” (www.bitbumbam.it), ideata e promossa da ING DIRECT, prima banca online in Italia, con l’obiettivo di sostenere concretamente i progetti che, tramite la tecnologia, aiutino i più piccoli a crescere.

C’è tempo fino al 13 novembre per proporre la propria idea di business sulla piattaforma bitbumbam.it. In premio 30.000 euro e una mentorship di sei mesi per vedere realizzato il proprio progetto educativo. Il concorso, on line da fine agosto, vedrà la sua fase conclusiva con la proclamazione del vincitore l’11 febbraio 2014.

L’obiettivo è individuare e sostenere idee innovative per l’educazione a 360° che accompagnino le nuove generazioni nel percorso formativo, attraverso un uso responsabile della tecnologia. Nello specifico, la tecnologia dovrà essere il facilitatore, lo strumento attraverso il quale si compie il percorso di crescita e di sviluppo formativo nei vari ambiti: dalla scuola allo sport, dalla musica alle discipline artistiche.

Nuove applicazioni, software, infrastrutture e strumenti rivolti ai bambini, da 0 a 10 anni, che dimostrino di facilitare l’apprendimento o di supportare positivamente le varie fasi della crescita dei bambini, potranno essere fattivamente realizzate grazie al supporto di ING DIRECT e del partner tecnico iStarter. Tra i partner dell’iniziativa anche Tykli, vincitore del concorso “L’officina del cambiamento” promosso da ING DIRECT nel 2012, e La Fabbrica, agenzia di comunicazione specializzata in attività educational originali e innovative che coinvolgono i giovani e le loro famiglie.

Per partecipare al concorso, basta caricare il proprio progetto sulla piattaforma, totalmente integrata con i social media, www.bitbumbam.it, secondo la suddivisione in tre aree di pertinenza:

1. Tecnologia per crescere: tool, software, e-book o progetti che, tramite la tecnologia, possano aiutare i bambini a crescere, esprimendo la propria CREATIVITA’ e il proprio talento in diversi ambiti, sia a scuola sia in famiglia.

2. Tecnologia per integrare: tutti quei progetti che abbiano l’obiettivo di aiutare i bambini a relazionarsi tra loro, superando le DIVERSITA’ di lingua, cultura o abilità.

3. Tecnologia per imparare: tutti quei progetti che, tramite la tecnologia, possano essere d’aiuto a bambini e insegnanti per approfondire o migliorare l’APPRENDIMENTO tra i banchi di scuola.

Tutte le idee caricate sulla piattaforma potranno essere giudicate e votate dal popolo della rete che sarà quindi coinvolto attivamente nel processo decisionale, come un’autentica giuria popolare. I dieci progetti più votati dal pubblico per ogni categoria, trenta in totale, entro il 13 novembre 2013, verranno quindi valutati da una giuria di esperti che selezionerà i tre progetti migliori, uno per ogni categoria, che avranno diritto ad un premio pari a 5.000 euro ciascuno. In aggiunta i tre finalisti riceveranno anche un servizio di mentorship da parte di iStarter per i successivi due mesi.

Durante i mesi di mentorship, i tre finalisti dovranno sviluppare fattivamente il loro progetto per arrivare preparati alla premiazione finale, l’11 febbraio 2014, in concomitanza con il Safer Internet Day, la giornata internazionale che promuove un utilizzo responsabile delle tecnologie legate ad internet, tra i bambini e gli adolescenti.

In questa occasione verranno decretati i vincitori del concorso. Il primo classificato, eletto dalla giuria, riceverà un ulteriore contributo di 25.000 euro da spendere in beni e servizi per finalizzare il proprio progetto, oltre alla tutorship di iStarter per altri 6 mesi per poter realizzare concretamente la propria impresa. Sarà inoltre assegnato anche un secondo premio al progetto che avrà ricevuto il maggior numero di voti dagli utenti: sei mesi di mentorship con il supporto di iStarter.

Significativa la testimonianza di Damiano Castelli, CEO di ING DIRECT: “Da sempre ING DIRECT fa della tecnologia il fattore critico del proprio successo e della relazione con i propri clienti e si impegna per promuovere e sostenere l’educazione delle nuove generazioni in tutto il mondo, grazie a progetti internazionali come ING Chances for Children in partenership con UNICEF e a iniziative locali quali Coltiva il tuo Sogno nelle scuole italiane. Oggi questa nostra vocazione fa un passo in più: vogliamo infatti consentire alle nuove generazioni di usufruire di strumenti tecnologici innovativi e positivi che agevolino il loro percorso educativo e formativo, sostenendo i più piccoli nel loro processo di crescita e offrendo alle famiglie e alle scuole un aiuto per affrontare le opportunità che la tecnologia offre e sempre più offrirà in futuro, all’interno di una società in sempre più rapida evoluzione”.

Sergio Rossi, Direttore Marketing & Comunicazione di ING DIRECT aggiunge: “Il concorso di idee BitBumBam ci è sembrata la soluzione migliore per unire la nostra vocazione all’innovazione e allo sviluppo educativo delle nuove generazioni. Il concorso offre soluzioni concrete e tangibili a chi in Italia ha nel cassetto buone idee, socialmente utili e importanti, ma magari non ha i mezzi, la preparazione o gli strumenti per renderli concreti e vederli realizzare. Da sempre attenta alle esigenze della gente e attenta osservatrice delle loro esigenze, ING DIRECT conferma in questo modo la sua vicinanza alla società reale in cui opera, di cui ascolta e raccoglie i bisogni e le esigenze di evoluzione, concependo la tecnologia sempre più come strumento in grado di facilitare la vita di ogni giorno”.