(Finanza.com) Violento storno per gli indici azionari del Vecchio continente in scia alla delusione degli operatori per i contenuti del discorso del governatore della Federal Reserve Ben Bernanke al meeting di Jackson Hole. Bernanke ha infatti nella sostanza escluso un quantitative easing. Il Dax tedesco segna un +0,4% a 6.923 punti, così come il Cac40 che si attesta invece a 3.392 punti. A Londra il rialzo del Ftse 100 si è limato fino a scendere a 5.737 punti.