I dati che sono arrivati dalla Cina relativi ad una ripresa economica, hanno trascinato i listini di mezzo mondo, primi tra tutti quelli statunitensi. Ma l’incremento dei valori della borse è continuato anche ieri.A trainare i titoli dopo le notizie arrivate dalla Cina, ci sono quelle sulle aste dei titoli spagnoli e francesi, oltre ai dati che arrivano dagli Stati Uniti: i risultati della Bank of America e della Morgan Stanley, oltre che le notizie relative al mondo del lavoro.

Salgono i listini di tutte le maggiori piazze europee: Milano guadagna il 2,2 per cento, così come Parigi sale dell’1,7 per cento. Più timide le riprese delle contrattazioni tedesche e inglesi, visto che a Francoforte l’indice nazionale è inchiodato al +0,8 per cento e a Londra si registra soltanto il +0,6 per cento.

Quel che colpisce nell’Eurozona è la performance dei titoli bancari che come comparto guadagnano cinque punti percentuali. Nel dettaglio si registrano ottimi risultati per Deutsche Bank con il +8,3%, Socgen (+11,5%) e Unicredit (+13,9%).

L’incremento di 14 punti percentuali anche del titolo Commerzbak è legato al rafforzamento di capitale dei giorni scorsi.

In controtendenza il comparto tecnologico che perde quota sul mercato azionario. Tutte notizie che portano in alto l’euro rispetto sia al dollaro che allo yen fermi a 1,2925 e 99,14.