In Aprile sia gli ordini sia il fatturato industriale hanno registrato una flessione rispetto allo scorso mese. Gli ordini sono scesi dell’1,9%, con gli ordinativi interni in calo dello 0,3% e quelli esteri del 4,0%, mentre il fatturato ha registrato una diminuzione dello 0,5% rispetto a marzo, con cali dello 0,1% sul mercato interno e dell’1,4% su quello estero. Nella media degli ultimi tre mesi, l’indice totale del fatturato è sceso dello 0,2% rispetto ai tre mesi precedenti, e gli ordini sono diminuiti del 4,7%.

Il trend resta negativo

Corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 19, uno in meno di aprile 2011) il fatturato totale è diminuito in termini tendenziali del 4,1%, con un calo del 7,0% sul mercato interno ed un aumento del 2,6% su quello estero. Nel confronto con il mese di aprile 2011, l’indice grezzo degli ordinativi segna un calo del 12,3%.

L’andamento dei singoli settori di attività evidenzia che il fatturato è diminuito rispetto allo scorso mese sia per quel che riguarda i beni energetici (-9,0%), intermedi (-1,9%) e di consumo (-1,7%) ed è aumentato solo per i beni strumentali (+7,5%). L’incremento tendenziale maggiore del fatturato si registra per il settore della fabbricazione di mezzi di trasporto (+22,7%, dovuto essenzialmente al forte aumento registrato nell’industria cantieristica), mentre la diminuzione più marcata riguarda l’estrazione di minerali da cave e miniere (-12,3%).Per gli ordinativi tutti i settori risultano in calo. La diminuzione tendenziale maggiore si osserva per la fabbricazione di mezzi di trasporto (-16,5%).