La crisi attanaglia ancora gli italiani; che tu sia imprenditore o singolo lavoratore, poco importa. L’ultimo atto di questa crisi vede i primi scoperchiare i capannoni per pagare meno tasse e i secondi tirare la cinghia di fronte alle nuove tasse, sempre più pesanti. Una crisi che copre tutto il paese: dal Nord Est alla Puglia, è record. Perché? Per pagare la tassa con lo sconto. Negli ultimi tre anni si sono moltiplicate le domande, anche perché ottenere il nullaosta è molto semplice: bisogna solo dimostrare che l’azienda è in uno stato di grave sofferenza. E le ditte, di questo, non hanno bisogno nemmeno di sforzarsi per farlo.

Se si è in regola, c’è il taglio dell’Imu e il pagamento potrà anche essere dilazionato. C’è da chiedersi come si possa arrivare a privare il tetto di un capannone ad un piccolo imprenditore, cioè proprio quello che gli serve per lavorare. Chissà se il cielo, che puoi tranquillamente guardare dal tuo capannone scoperchiato, tornerà azzurro.

photo credit: Stefano | Stè | Covre via photopin cc