In apertura del suo intervento alla Camera per la presentazione e il voto di fiducia al suo governo di grande coalizione, Enrico Letta ha detto che “la situazione economica dell’Italia è ancora grave”. C’è il debito che “grava come una macina sulle generazioni presenti e future”, e “il grande sforzo di Monti è stata la premessa della crescita”.

Ma è questo il cambiamento rispetto al passato “di solo risanamento l’Italia muore. Dopo più di un decennio senza crescita, le politiche per la ripresa non possono più attendere. Non c’è più tempo”.

Tradotto in soldoni, con il nuovo governo Letta non ci dovrebbe essere il rigore in sede di bilancio dell’ormai archiviato governo Monti. A cominciare dall’Imu per il 2013: “Bisogna superare l’attuale sistema di tassazione della prima casa, da subito con lo stop dei pagamenti di giugno”.

Fate attenzione alle parole. Questo non significa che verrà cancellata l’Imu, ma che viene bloccato il pagamento per il mese di giugno… Sull’argomento ovviamente vi terremo aggiornati.

photo credit: Maurizio Lupi via photopin cc