Un deciso deterioramento del clima di fiducia e degli indicatori congiunturali che, in qualche caso, ci riporta indietro ai livelli della fine del 2008, quando il nostro paese fu investito dalla crisi economica. Sono questi i principali risultati sul clima di fiducia e sull’andamento congiunturale che emergono dall’Osservatorio sul credito per le imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti realizzato da Confcommercio-Imprese per l’Italia per il quarto trimestre del 2011.

Non migliorano le attese per il 2012

Per il 76,2% delle imprese del commercio, del turismo e dei servizi l’economia italiana è in deciso peggioramento nel quarto trimestre del 2011, una percentuale decisamente più alta rispetto al 58,9% del trimestre precedente. Il sentiment delle imprese rimane negativo anche per il primo trimestre del 2012, con oltre il 40% che vede un peggioramento dell’economia.

La bassa fiducia degli imprenditori è alimentata dall’andamento economico delle stesse imprese, segnalato dal 43,9% del campione rispetto al precedente 30,6% e rimane elevata (21,6%) la quota di imprese che prevede un analogo risultato anche nel primo trimestre dell’anno in corso. In aumento anche le imprese che registrano un calo dei ricavi e un aumento dei prezzi praticati dai fornitori.

Infine oltre il 56,4% delle imprese esposte verso la Pubblica Amministrazione registra un aumento dei ritardi di pagamento. A livello geografico sono le imprese del Mezzogiorno a registrare le maggiori percentuali relative al peggioramento di tutti gli indicatori.