(Finanza.com) Il rialzo dello spread fa scattare le vendite sui titoli bancari quotati a Piazza Affari. Il differenziale di rendimento tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco sfiora infatti i 350 punti base, in aumento dai 343 punti base di inizio seduta e dai circa 335 punti della precedente chiusura. E così i bancari sono finiti sotto pressione a Piazza Affari: Popolare di Milano cede il 3,40% a 0,429 euro, Banco Popolare il 3,50% a 1,229 euro, Ubi Banca il 2,50% a 3,036 euro, Monte dei Paschi il 2,50% a 0,222 euro, Unicredit il 2,40% a 3,392 euro, Intesa SanPaolo il 2,20% a 1,243 euro. Mediobanca, dopo un avvio in controtendenza, ha virato in negativo e adesso lascia sul parterre circa 2 punti percentuali a 4,43 euro.