(Finanza.com) Seduta a due velocità per le borse europee. Dopo le tensioni innescate dalle indiscrezioni su un piano per commissariare la Grecia e dall’incremento della disoccupazione spagnola al 25%, nella seconda parte i listini del Vecchio continente hanno beneficiato del +2% messo a segno dal Pil statunitense del terzo trimestre. L’Ibex e il Ftse100 hanno chiuso in sostanziale parità (-0,05% e +0,03%) portandosi rispettivamente a 7.775,6 e a 5.806,71 punti, il Dax ha evidenziato un +0,44% fermandosi a 7.231,85 ed il Cac40 è avanzato dello 0,69% a 3.435,09.