(Finanza.com) “Il fiscal cliff è una delle più grandi minacce che l’economia globale si trova ad affrontare”. Ne è convinto Toby Nangle, Responsabile della gestione multi-asset di Threadneedle Investments, nel suo commento pre-elezioni Usa. “Negli ultimi mesi – dice l’analista – abbiamo parlato con le società statunitensi circa i loro piani di assunzione e di investimento e, generalmente, li troviamo rimandati fino a quando non verrà fatta un po’ di chiarezza riguardo alla situazione fiscale. Questo differimento degli investimenti conferma le prospettive economiche prudenti che abbiamo verso gli Stati Uniti”. La prospettiva di volatilità a breve termine presente nel mercato e legata alle possibili difficoltà di negoziazione di un’alternativa al fiscal cliff, inoltre, richiede un premio per il rischio che al momento è presente in asset rischiosi come l’equity statunitense e i bond ad alto rendimento. “Per questo motivo non stiamo vendendo le nostre partecipazioni”, osserva Nagle. “Data l’incertezza significativa, c’è ancora la possibilità che i mercati saranno più turbolenti rispetto a quanto ci aspettiamo. Ma è difficile pensare che sarebbe stato possibile acquistare asset rischiosi alle valutazioni di oggi, se non ci fosse il fiscal cliff all’orizzonte”.