Ikea è una realtà industriale di cui si sente parlare sempre di più nel nostro paese dopo la decisione dei manager dell’azienda di trasferire una quota delle produzioni dall’estero in Italia, segno che il nostro paese, anche sul versante artigiano ed industriale, offre garanzie e referenze. 

Ikea è però tornata sulle prime pagine dei giornali economici per l’accordo stipulato con la TCL Multimedia per la produzione di elettronica di consumo. Dai mobili all’elettronica il salto è grande e il partner scelto non è certo l’ultimo arrivato sulla piazza.

Il produttore cinese TCL Multimedia è presente sul mercato anche con altri marchi quali Rowa, Thmson e RCA e nel 2011 ha raggiunto un buon risultato vendendo circa 11 milioni di televisori Lcd. Ikea quindi s’inserisce su un binario già ampiamente tracciato.

L’obiettivo è quello di legare al suo nome anche altri prodotti come televisori Lcd connessi ad internet, ma anche sistemi audio wireless, oppure lettori Cd, DVD e Blu Ray. Tutti prodotti comunque da mettere a punto per favorire una rapida integrazione con i prodotti classici di Ikea: scaffali, piuttosto che librerie, salotti e quant’altro.

L’integrazione con prodotti elettronici, comunque è iniziata da tempo, da quando Ikea ha messo all’interno dei suoi mobili prodotti della Whirpool ed Electrolux.