Il mercato del lavoro, spesso, appare non saturo ma inaccessibile a diverse categorie di persone.

I giovani sembrano i più penalizzati sul mercato del lavoro visto che il tasso di disoccupazione degli under35 non accenna a diminuire.

Ecco le buone notizie per chi cerca un’occupazione.Unioncamere con il sistema informativo Excelsior e il Ministero del lavoro hanno effettuato un censimento delle figure professionali cercate dalle aziende a cui non corrisponde un’offerta sulla piazza lavorativa.

Nel dettaglio sono 117 mila i posti di lavoro per così dire “vacanti”.

In pratica le aziende cercano dei professionisti di cui il mercato del lavoro non dispone a sufficienza.

Le primule rosse, come le chiamano in gergo, sono sicuramente gli idraulici, di numero nettamente inferiore alle richieste del mercato.

Insieme agli idraulici rientrano nella categoria degli introvabili anche i copri tetti e i pavimentatori.

Il presidente di Unioncamere, commentando i risultati della ricerca, scocca una freccia a favore delle imprese e degli artigiani giustificando la loro difficoltà nel reperire candidati capaci di ricoprire determinate mansioni.

L’invito a conoscere un po’ meglio alcune maestranze, dunque, va ai giovani che potrebbero integrare la formazione scolastica con esperienza professionali al fianco di idraulici e non solo.

L’alternanza scuola-lavoro, in questo frangente, sembra la ricetta migliore per combattere la disoccupazione giovanile.