Risparmiare energia si può, basta porre maggiore attenzione ai consumi e maggiore attenzione all’acquisto di elettrodomestici che siano in grado di rispettare davvero l’ambiente, concorrendo alla salvaguardia della bolletta energetica e quindi del portafogli. Per agevolare nella scelta degli apparecchi più efficienti in tal senso, il Wwf – grazie al progetto Top Ten – ha stilato una lista dei prodotti migliori.

Partendo dal presupposto che gli elettrodomestici e i prodotti che funzionano generalmente grazie all’elettricità contribuiscono a produrre il 37% delle emissioni di anidride carbonica, l’obbiettivo ideale da raggiungere sarebbe quello di trasformare il mercato, inducendolo a migliorare sotto il profilo dell’efficienze energetica.

Per quanto riguarda l’acquisto del frigorifero, ad esempio, optare per uno di classe A+++, che consuma il cinquanta per cento di energia elettrica in meno di un frigorifero di classe A+, significa arrivare ad avere uno sconto di 350 euro in bolletta in 15 anni. Per i congelatori la somma risparmiata sale a 500 euro mentre per la lavastoviglie si vanno a risparmiare circa 200 euro.

Il risparmio energetico e il conseguente risparmio monetario che ne consegue, dipende anche dalla posizione in cui sono piazzati gli elettrodomestici e dall’uso attento che se ne fa. Il frigorifero, ad esempio, va collocato lontano da fonti di calore, utilizzato a circa cinque gradi e senza mai mettere cibi caldi al suo interno. Il congelatore va invece posizionato in un luogo fresco (garage o cantine sarebbero l’ideale in questo caso) poiché più la temperatura della stanza in cui sono è alta più esso consuma.

photo credit: Bryan Lee – Bryan Design & Photography via photopin cc