(Finanza.com) Chiusura nei pressi dei minimi per i listini a Wall Street. Nonostante una prima parte di seduta in sostanziale parità, il Dow Jones ha chiuso in calo dell’1,96% a 12.573,57 punti, -2,33% dello S&P a 1.325,51 e -2,44% del Nasdaq a 2.859,09. L’intonazione degli indici ha risentito degli aggiornamenti macro. Indicazioni deludenti sono arrivate dal Philadelphia Fed, sceso da -5,8 a -16,6 punti, dalle vendite di case esistenti, passate da 4,62 a 4,55 milioni, dalla lettura flash del Pmi manifatturiero, in calo da 54 a 52,9 punti, ed infine dal dato relativo le nuove richieste di sussidio di disoccupazione che la scorsa settimana si sono attestate a 387 mila unità. Meglio del previsto il superindice (+0,3% m/m) e l’indice dei prezzi delle abitazioni (+0,8% m/m ad aprile). Tra le notizie del giorno, rally per Rite Aid (+6,84%) che nel trimestre chiuso ad inizio giugno ha registrato vendite in crescita da 6,4 a 6,5 miliardi. Profondo rosso invece per Red Hat (-6,19%), Micron (-7,76%) e Bed Bath & Beyond (-16,97%), crollata in scia delle indicazioni deludenti sull’outlook del Q2.