Sono oltre mille i cinesi che lo scorso anno hanno acquistato case di lusso sull’isola, con lo scopo di ottenere il permesso di residenza e poter viaggiare liberamente nella comunità europea.

Come noto Cipro ha registrato una forte recessione con il collasso del sistema bancario; la crisi si è fatta sentire più che altrove. A tal proposito il governo di Nicosia ha pensato bene di snellire le procedure di assegnazione del permesso di residenza per gli immigrati facoltosi, con il chiaro scopo di incassare danaro fresco e agevolare così anche investimenti stranieri.

Per ottenere il permesso di residenza permanente occorre acquistare un immobile dal valore di 300 mila euro in su, avere la fedina penale pulita e depositare 30 mila euro in una banca cipriota come garanzia, per almeno tre anni.

Ottenere il permesso è semplice e rapido: una volta terminata la compravendita, in soli tre mesi si ottiene il permesso di residenza permanente che come detto, garantisce la libera circolazione tra i paesi della comunità.

Secondo il Sunday Times, che ha riportato di recente la notizia, l’80% dei cinesi ha deciso di investire nella stupenda località di Paphos lungo la costa sud-occidentale dell’isola.

E vista la presenza di tanti facoltosi proprietari, la finanziaria China Glory National di Hong Kong, ha deciso di investire ben 290 milioni di euro nella realizzazione di un campo da golf, il cui valore una volta terminato si aggirerà attorno al miliardo e mezzo di euro.

Questo non è altro che un ulteriore segnale di quanta Europa sta finendo nelle mani di investitori cinesi, attualmente tra i pochi ad avere quel potere d’acquisto estinto nel vecchio continente.