Il nuovo presidente francese François Hollande ha deciso di tagliarsi lo stipendio. Una decisione completamente in controtendenza rispetto a quanto deciso dal presidente Sarkozy. Ecco economicamente come sono andate le cose.

Il bling-bling è finito. Hollande in campagna elettorale era stato chiaro: se fosse stato eletto al posto di Sarkò avrebbe sicuramente fatto diversamente, rispettando il clima di austerity che la situazione economica europea sta richiedendo.

E le promesse sono state mantenute anche prima del passaggio di consegne ufficiale. Hollande, infatti, si abbasserà lo stipendio del 30 per cento portandolo dai 19.331 euro attuali ai 13.532 euro netti del suo mandato.

Si attende però la conferma ufficiale che avverrà soltanto nel prossimo consiglio dei ministri il 16 maggio, giusto dopo che sarà andato via Sarkozy. Un taglio del 30 per cento è previsto anche sugli stipendi del Primo ministro e dei membri del governo.

C’è comunque  da ricordare che “anticamente” e così andiamo a finire al 2007, lo stipendio del Presidente della Repubblica francese era fissato a poco più di 7000 euro al mese. Fu proprio Sarkozy ad aumentarlo, a partire dal 2008.

Anche le ricchezze detenute da Hollande e dal suo predecessore sono molto diverse. Infatti il presidente entrante ha una ricchezza pari a 1,2 milioni di euro, mentre Sarkozy poteva vantare risparmi per 2,7 milioni di euro.