(Finanza.com) Grecia a corto di gas naturale. Secondo le agenzie di stampa internazionali, la utility nazionale DEPA sta cercando di procurarsi dalle banche ateniesi un prestito da 120 milioni di euro per pagare la bolletta dei suoi fornitori internazionali, in particolare russi. Dalla Russia giunge infatti circa l’80% del fabbisogno nazionale di carburante per riscaldamento. Una cordata di banche greche private e pubbliche riuscirà a garantire denaro sufficiente a mantenere le forniture per un mese.