(Finanza.com) Smentita da Google alla notizia che il fisco francese avrebbe mandato al primo motore di ricerca al mondo una “bolletta” da un miliardo di euro in tasse da pagare. La notizia, apparsa sul settimanale Le Canard Enchainé e ripresa dalle principali agenzie di stampa riporta le parole del portavoce di Google France: “Google non ha ricevuto notifiche di correzioni fiscali da parte dell’amministrazione fiscale francese. Google continuerà a cooperare con le autorità francesi come fatto finora”, ha dichiarato il portavoce. Il rumour relativo alla superbolletta era nato, secondo il settimanale satirico d’Oltralpe, dal colloquio tra il presidente francese Francois Hollande e il numero uno di Google, Eric Schmidt, riguardo alla possibile introduzione di un diritto d’autore (francese) da pagare a carico della società di Mountain View per i contenuti che transitano su Internet.