(Finanza.com) “La strategia di attesa da parte della FED (pronta ad intervenire qualora i dati confermino il rallentamento) ed il supporto “condizionato” della BCE ai titoli di stato periferici potrebbero compensare nel breve termine le evidenze di un rallentamento economico più forte e probabilmente più lungo di quanto previsto”. Lo segnalano gli analisti di Cassa Lombarda nel loro report settimanale
diffuso oggi, facendo notare che “gli operatori sembrano restii ad aprire nuove posizioni corte a fronte dei potenziali imminenti interventi delle banche centrali.
In tale contesto dovrebbero continuare a trarre beneficio le parti breve di curva (ricerca di rendimento senza assunzione di particolari rischi) e gli investimenti
obbligazionari nei paesi caratterizzati da migliori fondamentali”.