Il gioco d’azzardo in Italia è un mercato fiorente. Secondo le fondazioni antiusura italiane,  il Bel paese vanta un giro d’affari di 8 miliardi di euro. La situazione è preoccupante lungo tutto Stivale. A farla da padrone il Sud con Napoli e provincia che vantano il triste primato di zona con il volume d’affari più elevato.

Fiumi di soldi finiscono nelle casse della camorra, danari che poi vengono reinvestiti in ulteriori traffici illeciti o “ripuliti” in attività legali. Secondo Rosario Stornaiuolo, presidente di Federconsumatori Campania, il gioco d’azzardo in Campania è totalmente gestito dalle organizzazioni camorristiche. Per Stornaiuolo ogni giocata è una sconfitta, in quanto riempiono le casse della camorra.

La crisi che attanaglia il paese, ha aumentato il numero di giocate nel nostro paese. Questo ovviamente ha portato un ulteriore arricchimento delle organizzazioni illecite. Un vero circolo vizioso, dove nessuno vince tranne la malavita.

photo credit: Profound Whatever via photopin cc

Raffaele Romeo Arena su TwitterGooglePlus e Facebook